Marzo 18, 2020 gruppoelsa

AGEVOLAZIONI FISCALI ANNO 2020: PROROGHE E NOVITA’

Stai progettando di comprare casa ? o Magari stai pensando di ristrutturare la tua abitazione o sostituire i mobili per un tocco di novità? Bene qualsiasi e la tua decisione e opportuno sapere a cosa andrai incontro. La Legge di Bilancio 2020 non prevede nessun cambiamento per il bonus ristrutturazioni. Le detrazioni fiscali prorogate fino a Dicembre 2020 resteranno invariate ovvero per chi effettua una ristrutturazione della propria casa  dal 1 Gennaio 2020 potrà beneficiare dello detrazione fiscale del 50% (suddivisa in 10 quote annuali) per le spese sostenute fino ai 96.000,00 €. Tra le Novità si aggiunge al Sisma Bonus – Bonus Mobili ed Ecobonus gia previsti dalle finanziare dello scorso anno il BONUS FACCIATE E BONUS CONDOMINI che interesserà non solo ai privati ma anche ai condomini. Ma vediamo nel dettaglio quali categoria di spesa sono previste per gli interventi su edifici ed abitazioni per le tipologie di lavori e chi potrà beneficiare.

BONUS FACCIATE E RISTRUTTURAZIONI CONDOMINIALI:

Il bonus facciata e in pratica uno sconto fiscale per chi decide di abbellire i propri edifici e consente di recuperare fino al 90% dei costi sostenuti sulla quota IRPEF. Senza un limite massimo di spesa. Questo vantaggio  consentirà un rimborso integrale della spesa sostenuta sia da parte dei condomini che dei titolari ville o villette unifamiliari.

SPESE DA DETRARRE E TIPOLOGIE DI INTERVENTO AMMESSI

Tra le spesse che potranno essere incluse nella richiesta del bonus sono:

– Interventi di recupero strutturale

– Restauro della Facciata

– Manutenzione Ordinaria e Straordinaria del prospetto dell’edificio.

Mentre le tipologie di intervento ammesse sono:

– Intonacatura

– Verniciatura

– Rifacimento delle ringhiere e dei parapetti

– Decorazioni e Stucchi

– Marmi di facciata

– Balconi

– Impianti di illuminazione esterna, sistema satellitare e grondaie

Ricordate pero che per beneficiare delle detrazioni fiscali la spesa deve essere regolarmente documentata e quindi munita di fattura e pagamento con bonifico “parlante”.

CHI HA DIRITTO ALLA DETRAZIONE?

Come avviene per bonus Mobili, questo tipo di agevolazione non spetta solo ai proprietari dell immobile ma altresi :

– Usufruttuario

– Titolare del diritto di uso o abitazione

– Inquilino

– Comodatario

– Soci di società semplice o cooperative

AGEVOLAZIONE PER I CONDOMINI

Come abbiamo accennato poco sopra, del bonus facciata 2020 possono godere non solo i singoli proprietari, ma anche i condomini.

L’amministratore di condominio, pertanto, dovrà illustrare a tutti i presenti all’assemblea, la possibilità di beneficiare della detrazione, avendo cura di precisare esattamente il preventivo dei lavori da svolgere e gli importi ammessi al rimborso.

In tal modo, suddividendo la spesa ed il relativo rimborso per i millesimi di cui ciascuno è proprietario, sarà possibile valutare l’effettiva convenienza dell’intervento di restauro.

COSTO RISTRUTTURAZIONI: OLTRE IL 50% A CARICO DELL’AGENZIA DELL’ENTRATE

Buone Notizie per tutti i Condomini italiani non solo grazie all’estensione del bonus facciata: il 2020 infatti prevede altri due misure che riguardano con incentivi di natura fiscale fino al 75%:

 l’Ecobonus ed il Sismabonus. 

ECOBONUS

La novità introdotta riguarda la maggiore percentuale di detrazione prevista a favore dei condomini che intendano eseguire lavori di efficientamento energetico: i risparmi ottenuti infatti verranno modulati a seconda del grado di efficienza energetica raggiunta.

Già dallo scorso anno, inoltre, è possibile estendere il contributo diretto dell’agenzia delle entrate anche agli interventi di rimozione delle fibre di amianto da tetti e sottotetti condominiali.

Ecco le principali prerogative delle agevolazioni fiscali sui lavori di ristrutturazione nei condomini:

  • Stop allo sconto immediato in fattura per chi esegue lavori agevolabili con l’Ecobonus: la finanziaria prevede che questo tipo di incentivo vada obbligatoriamente spalmato in 10 anni;
  • Obbligo di perizia: per poter ottenere la detrazione, l’assemblea condominiale ha l’obbligo di richiedere il rilascio di una speciale certificazione da tecnici specializzati, sulla qualel’Enea può effettuare dei controlli a campione. In caso di discordanza tra quanto dichiarato e quanto effettivamente riscontrato, scatta la decadenza del beneficio fiscale oltre ad una responsabilità personale di chi ha redatto la perizia;
  • Possibilità di cessione a terzi: i Condomini ammessi al beneficio fiscale possono cedere il credito derivante dall’Ecobonus a soggetti terzi, in particolare alle imprese edili che eseguono i lavori. In tal modo possono procedere con i lavori anche in assenza di liquidità immediata.

SISMA BONUS

Si tratta, in questo caso, di un incentivo riguardante i lavori di adeguamento alla normativa antisismica. A tal fine, le zone del Paese sono state suddivise a seconda dell’intensità del rischio sismico; il rimborso, in particolare, sarà pari a:

  • 50% per le zone a rischio 1;
  • 75% per le zone a rischio 2;
  • 85% per le zone a rischio 3.

Le peculiarità del Sismabonus, parzialmente differenti rispetto a quanto previsto per l’Ecobonus, sono:

  • Rimborsabilità in 5 anni, anziché 10 anni;
  • Imposizione di un limite massimo di spesa, fissato in 96mila euro per ciascun edificio che compone il condominio;
  • Possibilità di cessione del credito derivante dal Sismabonus a soggetti terzi, analogamente per quanto avviene per l’Ecobonus;
  • Da precisare che il Sismabonus non spetta solamente ai Condomini, ma anche ai privati proprietari di abitazioni indipendenti o ville.

BONUS MOBILI 2020

Una riconferma di un agevolazione gia prevista per le famiglie nello scorso anno: Il Bonus Mobili che sarà valido fino al 31 dicembre 2020. Ne potrà usufruire chi eseguirà lavori di ristrutturazione e acquisterà mobili per qualsiasi zona della casa, compreso il bagno, grandi elettrodomestici di classe A+ o una caldaia qualsiasi. La detrazione prevista è pari al 50% delle spese sostenute ed entro il limite di 10.000 euro. Dovrà essere richiesta in dichiarazione dei redditi e verrà ripartita in dieci rate di pari importo.

COSA ASPETTI CONTATTACI SUBITO PER SAPERNE DI PIU ! CHIAMA ALLO 08119528901 OPPURE SCRIVI gruppoelsa@gmail.com