Settembre 25, 2019 gruppoelsa

DETRAZIONE FISCALI: BONUS 2019

 

Come gia anticipato nell’articolo precedente le detrazione fiscali per ristrutturare casa, per la riqualificazione energetica ed il bonus mobili sono prorogate per tutto il 2019.

Infatti rispetto all’ anno scorso non ci sono grandissime novità normativa. L’unica differenza e relativa all’ obbligo di trasmettere all’ ENEA(Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) la documentazione relativa agli interventi effettuati. Se dimenticherete questo passaggio non potrete usufruire dei vantaggi garantiti dagli sgravi fiscali. Attenzione pero l’obbligo riguarda solamente gli interventi di riqualificazione energetica (come ad esempio il bonus zanzariere, il bonus tende da sole 2019).

Andiamo per ordine vediamo insieme tutto quello che c’e da sapere sull’argomento.

Bonus Ristrutturazione 2019: Quanto posso detrarre?

Il Bonus previsto dalla Legge di Bilancio 2019 permette ai contribuenti di detrarre dalla dichiarazione dei redditi (IRPEF) parte delle spese sostenute per manutenzione ordinaria e straordinaria di un immobile, spese per bonus mobili, Ecobonus e ancora al Bonus Verde. Il rimborso Irpef continuerà (come nel 2018) ad essere erogato in 10 rate annuali di pari importo.

  • Per le spese effettuate per eseguire dei lavori di ristrutturazione edilizia o di restauro entro il 31/12/2019 si avrà diritto ad una detrazione del 50% su una spesa non superiore ai 96.000,00 €.
  • Per le spese di ristrutturazione finalizzate al risparmio energetico, si avra diritto ad una detrazione del 65% fino ad un massimo di 100.000,00 € da suddividere in 10 anni.
  • Per le spese finalizzate alla riqualificazione urbana di terrazzi, balconi o giardini si avrà diritto ad una detrazione del 36% rispetto alla spesa sostenuta. Il Bonus verde urbano (l’importo massimo detraibile e di 96.000 euro) viene erogato per interventi di sistemazione e/o recupero di aree verdi all’interno di condomini o spazi di interesse storico come: Balconi, Terrazzi, Giardini e Giardini di Interesse Storico.

Bonus Ristrutturazione 2019: Chi puo richiederlo ? Quali sono i Requisiti?

Le detrazioni possono essere richieste da tutti i contribuenti soggetti all’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) anche non residente in Italia. La domanda per il Bonus Ristrutturazioni 2019 puo essere richiesta non solo dai proprietari dell’immobile ma anche dai titolari dei diritti reali di godimento sull’immobile (usufrutto, uso ecc…), dai nudi proprietari dai locatori o comodatari, soci di cooperative divise e indivise, imprenditori individuali, soggetti che producono redditi in forma associata (società semplice, imprese familiari). Inoltre, in caso fosse stato stipulato un contratto preliminare di vendita (compromesso), chi sta comprando l’immobile puo procede con la ristrutturazione e usufruire del Bonus solo se:

  • è stato immesso nel possesso dell’immobile;
  • esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico;
  • e stato registrato regolarmente il compromesso;

Bonus Ristrutturazione 2019: Come chiedere la detrazione?

Affinchè venga concesso il Bonus e necessario che il pagamento fatto nei confronti della ditta sia “Parlante”. L’unica modalità di pagamento ammessa e il bonifico bancario e/o postale nel quale devono essere indicati il Codice Fiscale di chi usufruirà della detrazione; Codice Fiscale e Partita Iva della Ditta che ha eseguito i lavori; nella causale del pagamento invece dovrà essere inserita la dicitura “Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’art. 16-bis del DPR 917/1986”.

Il bonus ristrutturazioni puo essere richiesto anche se i lavori sono stati pagati con un finanziamento. Occorre accordarsi con la società finanziaria che dovrà pagare tramite bonifico i lavori seguendo le varie indicazioni per la compilazione. Il titolare dell’agevolazione fiscale dovra poi conservare la ricevuta di bonifico per presentarla alla successiva dichiarazione dei redditi.

Un’interessante novità che si prospetta nel 2019 per i contribuenti che hanno intenzione di avviare interventi di ristrutturazione casa e quello dell’Ecoprestito. Si tratta di una forma di prestito proveniente da un soggetto pubblico con un tasso agevolato garantito ai cittadini che intendono una ristrutturazione o  migliorare l’efficienza energetica della propria casa ma non hanno abbastanza fondi a disposizione.

E’ Importante rivolgervi ad una Azienda Leader nel servizio Chiavi in Mano come Gruppo Elsa Srl  che vi guiderà passo passo nelle varie fasi di ristrutturazione.

Chiamo subito allo 081/19528901 oppure Scrivi a gruppoelsa@gmail.compreventivigruppoelsasrl@gmail.com