luglio 13, 2018 gruppoelsa

L’ARMA CONTRO IL CALDO: IL CONDIZIONATORE

Il caldo e ormai alle porte, il condizionatore è la migliore arma per “difendersi” dal calore estivo.  Il sole e vita, ma può essere causa di problemi soprattutto per bambini e anziani. Con un condizionatore in casa la situazione puo essere risolta in modo definitivo ma Cosa sono? Come sceglierli?  Come Funzionano? Vediamo di dare una risposta alle domande che in tanti si chiedono.

 

Cos’e e come funzionano

Molte persone confondono ancora i condizionatori con i climatizzatori anche se ormai, con nuovi prodotti, i due nomi sono quasi sempre intercambiabili. Un condizionatore è un dispositivo che raffredda l’aria grazie all’utilizzo di gas refrigeranti e non permette di stabilire la temperatura voluta nell’ambiente.

Un climatizzatore è un dispositivo capace di riprodurre la temperatura voluta ed uno specifico grado di umidità in un qualsiasi ambiente chiuso. Può sia raffreddare che riscaldare l’ambiente, funge da deumidificatore ma anche da filtro e, una volta raggiunta la temperatura desiderata, si blocca e si riaccende solo se e quando serve.

 I diversi tipi

– I condizionatori a Split Fissi ovvero i condizionatori tradizionali e più diffusi. Questi condizionatori sono composti da un elemento interno con la funzione di rinfrescare l’ambiente e uno esterno per il compressore dell’aria. I vantaggi di questi condizionatori sono l’efficienza e una grande capacità di rinfrescamento, tuttavia questi condizionatori non sono i più facili da installare.

– I condizionatori Multisplit questi condizionatori differiscono da quelli a split fissi per il fatto che contengono più elementi interni associati al compressore esterno. Questi condizionatori hanno il vantaggio di permettere un controllo totale della temperatura dei vari ambienti mentre ha come svantaggio maggiori consumi e costi.

– I condizionatori Portatili Monoblocco sono dei condizionatori senza unità esterna in quanto funzionano attraverso un’apertura verso l’esterno che soffia via l’aria calda, la quale viene aspirata all’interno dell’ambiente da un tubo posizionato vicino ad una finestra. Questi condizionatori sono più facili da installare ma hanno lo svantaggio di consumare molta energia, essere rumorosi, poco efficienti e mediamente più cari.

Inoltre i condizionatori si dividono in due grandi gruppi, relativi all’alimentazione e funzionamento di quest’ultimi:

Il Condizionatore on-off, dall’inglese acceso-spento, ha un funzionamento molto semplice, tuttavia ha un elevato consumo di energia: in pratica, appena acceso, va subito alla massima potenza e vi rimane sino al raggiungimento della temperatura desiderata. A quel punto si ferma completamente, per poi ripartire alla  massima potenza, quando la temperatura cambia, rispetto a quella impostata.

Il Condizionatore Inverter invece, detta anche tecnologia modulante, parte alla massima potenza, per poi diminuirla al raggiungimento di una temperatura prossima a quella fissata. Da quel momento in poi il climatizzatore utilizza la minima potenza necessaria a mantenere costante la temperatura, senza fermarsi mai.Ciò consente di azzerrare i continui accendi-spegni del motore. I climatizzatori inverter hanno un costo nettamente superiore a quelli on-off, tuttavia consumano molta meno energia elettrica, pertanto è sempre consigliabile optare per la tecnologia Inverter.

La potenza

In base alle dimensione della stanza da raffreddare puo essere scelta la potenza del nostro condizionatore. A tal proposito la misura della potenza e il BTU (acronimo di Bristish Termal Unit). Il numero di BTU cresce in relazione della superfice della stanza , quindi per calcolare la potenza necessaria, ci occorre fare un calcolo volumetrico della camera. Ad esempio possiamo dire che una stanza di 25-30 mq la potenza del condizionatore deve attestare fino a 9.000 BTU.

La classe energetica

Da diversi anni, ormai, in base a una normativa europea, tutti gli elettrodomestici devono avere un’etichetta che indichi chiaramente la classe di efficienza energetica di appartenenza. Ovviamente il discorso vale anche per i condizionatori.  Le classi energetiche vanno dalla AA (la piu alta con la maggior efficienza e minori consumi) alla C ( i condizionatori meno prestanti). Solitamente i condizionatori con classi energetiche piu elevate sono quelli a tecnologia inverter, mentre i condizionatori con tecnologia on- off raramente superano la classe C.

Quanto Costano

Il prezzo varia in base al tipo di condizionatore. Un condizionatore a split fissi va dai 300 ai 1500 euro, i multisplit dai 600 ai 2000 mentre i monoblocco, a parità di specifiche, sono i più costosi anche se raramente superano i 1400 euro, i condizionatori a split portatili infine costano tra i 650 e i 1200 euro. La tecnologia inverter fa sempre lievitare il prezzo di un condizionatore rispetto a quelli on-off, a causa del risparmio diretto sulle bollette.

 

 

COSA ASPETTI A CONTATTARCI, PER SCEGLIERE INSIEME IL CONDIZIONATORE PIU ADATTO A VOI…. CHIAMA 081/19528901 OPPURE SCRIVI gruppoelsa@gmail.com